Posts Tagged ‘ elezioni ’

Scelta tra uomo e donna

ago 28th, 2013 | By

Il Consiglio regionale sardo ha nuovamente bocciato la doppia preferenza. Peccato, si potrà scegliere se votare una donna o un uomo…



In difesa della classe dirigente

lug 25th, 2008 | By
In difesa della classe dirigente

E’ tempo di riforma elettorale per le prossime elezioni europee. Dinanzi alla ‘bozza Bocchino’ (dal nome del suo primo firmatario) che prevede la composizione di liste bloccate – composte quindi da ‘nominati’ e non da semplici candidati – non si è fatto attendere il parere illustre del ministro della Difesa Ignazio La Russa, nonché reggente-liquidatore
[continue reading…]



Il Pdl è servito

lug 22nd, 2008 | By

Dopo le prove generali – perfettamente riuscite – del 13 e 14 aprile, il Cavaliere ha tastato il terreno – perfettamente fertile – portando all’attenzione del Parlamento un po’ di ‘cosucce’ con un leggero profumo ‘ad personam’, senza incontrare alcuna resistenza interna. Ora, tutto è pronto per la completa fidealizzazione. Un progetto da tempo nella
[continue reading…]



Amore a prima vista con dote

lug 16th, 2008 | By
Amore a prima vista con dote

«Umanamente è un grande… lui come me, non viene dalla politica. Ha il dono di parlare alla gente, semplificare le cose, trovare il rapporto diretto con il popolo. Ci siamo incontrati per la prima volta nel ’94 e ci siamo piaciuti subito.» (1) Un esemplare episodio di amore a prima vista che dura nel tempo
[continue reading…]



Finché la barca va, ma se affonda…

apr 23rd, 2008 | By

Qualche numero non guasta per leggere gli esiti elettorali. Innanzitutto, non teme smentite l’affermazione che il risultato dei ‘partiti contenitore’ è stato fortemente ed abilmente mistificato ed esaltato. Infatti, nonostante la forza territoriale e l’intensa battaglia mediatica sul ‘voto utile’, i partiti che, volenti o nolenti, hanno rifiutato di diluirsi nel Pdl/Pd non sono stati
[continue reading…]



La Storia può sentenziare il ‘voto degno’?

apr 19th, 2008 | By
La Storia può sentenziare il ‘voto degno’?

In questa campagna elettorale si è sentito di tutto. Prima qualcuno ha parlato di ‘voto utile’, poi di ‘voto disgiunto’. Si è affacciato timidamente anche il ‘voto inutile’. Da anni conosciamo il ‘voto di protesta’ ed il ‘voto di scambio’. Ancora mancava il ‘voto degno’, ma non si è fatto attendere. L’operazione è di alcuni
[continue reading…]



Un Ministero non si nega a nessuno…

apr 17th, 2008 | By

In tempi non sospetti (prima del risultato elettorale…) avevo assegnato qualche premio oscar ad alcuni ‘nominati’ nelle liste elettorali che – ben consapevoli di non essere sottoposti al giudizio popolare (il popolo è stato arbitrariamente privato dell’esercizio della preferenza) – parlavano e straparlavano con una sincerità debordante. Confidavo che ad obiettivo raggiunto il ‘vizietto’ venisse
[continue reading…]



Crollano le identità, restano le poltrone

apr 15th, 2008 | By

I ‘ludi cartacei’ sono terminati, il verdetto è stato emesso. Emergono due veri vincitori: uno previsto (Berlusconi), uno imprevedibile (Lega), soprattutto per le dimensioni del risultato. C’è uno sconfitto evidente, ma non previsto: il cartello della Sinistra radicale. Festeggiano anche Di Pietro (ha quasi raddoppiato il suo pacchetto di parlamentari e sarebbe entrato alla Camera
[continue reading…]



Voto utile, voto disgiunto, voto inutile…

apr 13th, 2008 | By

Hanno chiuso la campagna elettorale come l’avevano iniziata, sparandole grosse… Il Cavaliere – sempre prodigo di “ipotesi di scuola”, così le definisce quando non è sicuro che siano realizzabili – nelle ultime ore ha estratto dal cilindro l’abolizione del bollo auto e – come presidente del Milan – il probabile acquisto di Ronaldinho. Ma Uolter
[continue reading…]



Dal contenitore al cassonetto il passo è breve…

apr 9th, 2008 | By

Sin dal suo annuncio, lo spregiudicato progetto di bipartitismo concordato (recentemente proprio il Cavaliere, intervistato su Sky TG24, ha candidamente ammesso di aver condiviso l’idea proprio con Walter…) ha generato più di un sospetto. Non convinceva l’ipotesi di rendermi complice della nascita di uno scenario americaneggiante nel quale i due ‘partiti contenitore’ potessero conquistare oltre
[continue reading…]